“SONO ANCORA AL GOVERNO PERCHÉ LA GENTE MI AMA, DIVENTERÒ PREMIER” INTERVISTA ESCLUSIVA

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Il Ministro Alfano, incalzato dalle polemiche sui social “è incollato alla poltrona” risponde in un’intervista rilasciata al nostro collaboratore Davide Ponte.

Ministro, sui social dilaga la protesta per il suo incarico?

Alfano: “Si tratta di polemiche sterili e limitate ad ambienti faziosi. Io sono ancora ministro per volontà popolare, la gente mi ama, è l’elettore che mi vuole qui”

Quindi con il consenso popolare, come lei dice, potrebbe auspicare a posizioni ancor più alte?

 “Certo, non per niente Mattarella ha chiamato me per primo alle consultazioni. Mi ha proposto la presidenza del Consiglio, ma visti i miei impegni non ho accettato, anche se ora me ne pento.”

Perché ora se ne pente?

“Me ne pento perché avrei potuto fare meglio, perché il Governo guidato da me, avrebbe allontanato le polemiche, la gente mi ama, come le avevo detto.”

Quanto pensa durerà questo Governo?

“Questo Governo arriverà a fine legislazione, ci sono gli interessi degli Italiani in ballo. Non si può andare a elezioni, sarebbe tempo perso perchè vinceremo sempre noi.”

Ma il risultato del referendum, non vi ha dato contro? Non ne siete usciti sconfitti?

“No assolutamente, è stata una vittoria della democrazia, quando si fa quel che vuole il popolo si vince, quindi abbiamo vinto”

Ora che occupa una posizione strategica, Il Ministero degli Esteri, cosa pensa di fare?

“Mi occuperò di politica estera, il mio impegno sarà quello di mantenere le sanzioni contro la Russia di Putin. Voglio in oltre delle risposte chiare sulla faccenda Marò, devo capire se sono colpevoli o no. In oltre proprio per evitare polemiche sul mio inglese, purtroppo sono un pò arrugginito, ma se c’è riuscito Renzi ci riuscirò pure io a parlare in inglese.

fonte…qui

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*