Choc a Salerno, al grido “maledetti cristiani”, islamici devastano le statue della Madonna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Choc a Salerno, al grido “maledetti cristiani”, islamici devastano le statue della Madonna

Nelle mani dei 5mila immigrati un’area di 10 chilometri quadrati. Qui vige la sharia, sorge una moschea abusiva e i cristiani sono maltrattati.

Lo chiamano “Salestan”. È l’area a sud di Salerno, nella Piana del Sele di Eboli. Qui, a fronte di 40mila residenti sparsi nell’entroterra rurale, si sono concentrati oltre 5mila immigrati.

La maggior parte sono musulmani. Vivono in baracche e villette disabitate. Pregano in unamoschea abusiva. E applicano la sharia. A chi ruba, per intenderci, gli vengono mozzate le dita della mano. E se nei dintorni c’è un cristiano, di certo non se la passa bene.

Un paio di settimane fa è stata distrutta una statua della Madonna di Lourdes. Non è la prima volta che succede. I raid contro i simboli cattolici vengono messi a segno al grido“Maledetti cristiani!”. Un musulmano si è addirittura preso la briga di girare la statua di Santa Bernardette verso la Mecca. Le autorità non muovono un dito. Perché in “Salestan” l’immigrazione ha raggiunto la punta dell’11%. Il boom è degli ultimi anni ma, come rivelaLibero, nel 2011 aveva visto passare da queste parti tre membri di al Jamaa al Islamiyya al Musallaha ovvero il Gruppo armato algerino (Gis). Due componenti furono addirittura arrestati, ma dall’interrogatorio non riuscirono a cavare granché. Oggi, dopo quindici anni, la situazione è se vogliamo persino peggiorata. Gli immigrati, racconta Peppe Rinaldi suLibero, “hanno colonizzato poco meno di dieci chilometri quadrati sulla litoranea di Eboli, a qualche decina di metri dal mare”.

In questa enclave islamica è sorta una moschea abusiva che le autorità locali si guardano bene dal chiudere. In questa enclave islamica ha iniziato a proliferare la sharia. Ne sa qualcosa Kamel di Beni Mellal (Casablanca) che si è visto amputare le dita di una mano.

fonte…..qui

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*